STUDI JUNGHIANI

Studi Junghiani è la Rivista semestrale dell’AIPA. Nata nel 1995, ha lo scopo di favorire l’approfondimento e il confronto fra i diversi orientamenti teorici e gli indirizzi clinici della Psicologia analitica italiana e straniera, e favorire il dialogo con le altre scuole di psicoanalisi e psicoterapia, nonché con aree disciplinari affini.

LA NOSTRA RIVISTA

Studi Junghiani, rivista semestrale, nasce nel 1995 come pubblicazione ufficiale dell’Associazione Italiana di Psicologia Analitica con lo scopo di favorire l'approfondimento e il confronto fra i diversi orientamenti teorici e gli indirizzi clinici della psicologia analitica italiana e straniera, rivolgendosi a tutti i ricercatori interessati alla psicologia del profondo e al pensiero di Carl Gustav Jung. Fin dalle sue origini, essa intende favorire il dialogo con altri orientamenti della psicoanalisi, della psicologia clinica e della psicoterapia, nonché con aree disciplinari affini. Nel corso della sua storia Studi Junghiani ha affrontato appassionanti dibattiti e riflessioni sull'identità junghiana e le sue molteplici differenziazioni e punti di contatto con altri orientamenti teorici e clinici e si è evoluta nella direzione di un'apertura sempre maggiore al dialogo attraverso il contributo di autori esterni all'Associazione e di altre aree disciplinari; i numeri monografici si sono occupati del tema dell'identità junghiana, della formazione analitica, di clinica, sessualità, sogno, archetipi, trauma, spiritualità e altro ancora.

GLI ARTICOLI SONO VALUTATI

Gli articoli sono valutati e scelti dal Comitato di Redazione rigorosamente in cieco, e seguono per la pubblicazione le Norme redazionali delle edizioni Franco Angeli (https://www.francoangeli.it/riviste/NR/Pds-norme.pdf ).

La rivista è stampata in forma cartacea per i soci AIPA e per la Biblioteca dell'Associazione (consultabile anche da non soci).

DAL 2019 CONSULTABILE GRATUITAMENTE

Con l’obiettivo di rendere sempre più avvicinabile il pensiero junghiano e le sue evoluzioni ad ogni tipo di pubblico e di accrescerne la diffusione e fruibilità, dal 2019 Studi Junghiani sceglie di essere disponibile in Open Access con Licenza Creative Commons Non commerciale-Non opere derivate 4.0 Italia (CC-BY- NC-ND 4.0 IT), accessibile liberamente sia dal sito dell'AIPA sia dal sito della Franco Angeli.

 

La pagina di ingresso riporta sia in italiano sia in inglese tutte le informazioni sulla Rivista Studi Junghiani, i sommari dei fascicoli, gli abstract, l'anteprima e la bibliografia di ogni articolo, attraverso una piattaforma online ‘aperta’  da cui è possibile per tutti scaricare o visualizzare gratuitamente gli articoli in formato PDF o HTML.

 

Questa scelta è volta a favorire e accrescere la diffusione della Rivista tra il lettori e presso le banche dati bibliografiche e citazionali (italiane ed estere) più pertinenti e di maggior peso, favorendo l’indicizzazione dei contenuti. Ogni articolo avrà un codice DOI (Digital Object Identifier) che consentirà di identificarlo e citarlo. L'attribuzione del DOI permetterà di indicizzare tutti gli articoli della rivista all'interno della piattaforma di reference linking CrossRef, che rende più semplice trovare e citare gli articoli.

" Non ho un messaggio da portare, una missione da compiere; mi sforzo soltanto di capire "

- Carl Gustav Jung -

Torna su